Stabilimento SIB-Coca-Cola, Firenze

progetto
1962 - 1963
realizzazione
1964
localizzazione
collaboratori

Gigi Mazza (direzione lavori)

committenza

SIB Società Imbottigliamento Bevande

caratteristiche costruttive

Struttura portante: cemento armato a vista

Facciata: muratura di tamponamento in mattoni a vista

Copertura: cemento armato ad elementi prefabbricati "Brenta"

Serramenti: alluminio

descrizione
leggi tutto chiudi

Lo stabilimento SIB di Firenze è destinato all'imbottigliamento di bevande e in particolare della Coca-Cola.
In base a tale destinazione è stata studiata la distribuzione generale planivolumetrica nella quale si è tenuto conto oltre che del corretto svolgersi dei percorsi e dell'appropriata ubicazione dei servizi, di un'altra funzione, che emerge come caratteristica particolare di tale organismo: la distribuzione e il convogliamento dei visitatori. Per precise ragioni igieniche il flusso dei visitatori deve svolgersi senza interferenze con le zone di lavorazione e a tale scopo è stato realizzato un percorso sopraelevato mediante una passerella aerea perimetrale alla sala macchine, passerella che consente la perfetta visione di ogni particolare della lavorazione e dell'imbottigliamento delle bevande. Il percorso, che ha inizio nella sala di ricevimento adiacente all'ingresso principale, termina in questa stessa sala destinata anche a proiezioni e conferenze.
Al piano terreno trovano posto, oltre alla zona degli impianti di lavorazione e al grande deposito, coperto con elementi in c.c.a. precompresso, tutti i servizi igienici sia degli operai che del personale addetto alla vendita, la mensa, e , adiacenti all'area di deposito, servizi tecnici e depositi ausiliari.
Il primo piano è occupato dagli uffici che sono direttamente collegati alle zone di lavorazione e deposito al piano terreno.
All'interno le pareti sono rivestite in piastrelle di gres bianco in tutti gli ambienti del complesso escluso il salone deposito che è in cemento "Durocret".

Tratto da Aloi G., Architetture industriali contemporanee in Italia,  edizioni Hoepli, Milano

categorie

architettura industriale e produttiva

bibliografia

G. Aloi, Architetture industriali contemporanee in Italia, Milano 1966

scheda a cura di Margherita Pellino
stessi anni